Reti di impresa per l'artigianato digitale - Bando 2016


Il Ministero ha predisposto nel 2016 il secondo intervento agevolativo dedicato ad aggregazioni di imprese operanti o che vogliono operare nel campo della manifattura sostenibile e dell'artigianato digitale.

I programmi devono essere finalizzati allo sviluppo o alla creazione di:

  • o centri per l'artigianato digitale, anche virtuali, in cui si svolgano attività di ricerca e sviluppo finalizzate alla creazione di nuovi software e hardware a codice sorgente aperto, in grado di concorrere allo sviluppo delle tecnologie di fabbricazione digitale e di modalità commerciali non convenzionali, nonché alla diffusione delle conoscenze acquisite alle scuole, alla cittadinanza, alle imprese artigiane e alle microimprese
  • o incubatori in grado di facilitare, attraverso la messa a disposizione di spazi fisici, di dotazioni infrastrutturali e di specifiche competenze, lo sviluppo innovativo di realtà imprenditoriali operanti nell'ambito dell'artigianato digitale
  • o centri finalizzati all'erogazione di servizi di fabbricazione digitale come la modellizzazione e la stampa 3D, la prototipazione elettronica avanzata, il taglio laser e la fresatura a controllo numerico, nonché allo svolgimento di attività di ricerca e sviluppo centrate sulla fabbricazione digitale.

L'agevolazione consiste in una sovvenzione parzialmente rimborsabile a copertura del 70 percento dell'importo del programma ammesso alle agevolazioni.

Consulta la pagina ufficiale.
 

Bando per l'efficientamento energetico delle Piccole e Medie Imprese


Regione Lombardia ha approvato un bando per l'assegnazione di contributi destinati alle Piccole e Medie Imprese, con lo scopo di incentivare la realizzazione delle diagnosi energetiche oppure l'adozione del Sistema di Gestione dell'Energia ISO 50001 in una o più delle proprie sedi operative situate in Lombardia.

La domanda di contributo potrà essere presentata a decorrere dal 28 settembre 2016 esclusivamente on-line, per mezzo del Sistema Informativo "SIAGE".
Le risorse stanziate per il bando sono complessivamente pari a euro 2.271.132 di cui il 50% regionali e il 50% statali.
Il contributo è finalizzato a coprire il 50% delle spese ammissibili per la realizzazione di diagnosi energetiche o per l'adozione del sistema di gestione ISO 5000 in ognuna delle sedi operative in cui svolge la propria attività la PMI, fino ad un massimo di 10 sedi operative.

Consulta la pagina dedicata.

Linea INTRAPRENDO: bando per le start up

 

Da Settembre sarà possibile fare domanda per il nuovo bando di Regione Lombardia, che mette a disposizione 15 milioni di euro per stimolare l'imprenditorialità lombarda, mediante l'avvio e il sostegno di nuove iniziative imprenditoriali e di autoimpiego.

Il bando sarà aperto dal 15 settembre 2016 e funzionerà a sportello, fino ad esaurimento delle risorse.
Potranno fare domanda aspiranti imprenditori, MPMI, liberi professionisti e aspiranti liberi professionisti.

Per tutti i dettagli consultare la pagina dedicata
 

Accordi per Ricerca, Sviluppo e Innovazione

 

Regione Lombardia mette a disposizione 40 milioni di euro per finanziare progetti di ricerca – relativi alle aree della Smart Specialization Strategy - presentati da almeno due soggetti lombardia, di cui almeno una impresa e un organismo di ricerca.
I progetti di Ricerca, Sviluppo e Innovazione dovranno sviluppare sia la parte di Ricerca Industriale e Sviluppo Sperimentale sia la parte di Innovazione, declinando l'integrazione degli obiettivi per il trasferimento dei risultati tecnico-scientifici e la loro valorizzazione in termini di mercato ed impatto sulla competitività del territorio lombardo.

Il bando è aperto fino al 29 Settembre 2016.

Qui per maggiori informazioni
 

Bando Ricerca e Innovazione

 

Il bando, che aprirà a Settembre 2016, mette a disposizione circa 3 milioni di euro che andranno a finanziare tre misure di sostegno alle imprese:

  1. stimolare l'innovazione tecnologica di processo e di prodotto, tramite la creazione di nuove tecnologie digitali in ambito Smart Cities & Communities;
  2. stimolare l'adozione digitale in ambito Smart Cities & Communities favorendo la collaborazione delle PMI con i centri di ricerca registrati nel sistema Questio;
  3. accompagnare le imprese alla partecipazione a programmi di ricerca, sviluppo e innovazione europei, promuovendo esperienze di successo nei paesi dell'UE.

L'iniziativa è presentata nell'ambito dell'accordo di programma fra Regione e le camere di commercio del territorio.

Per maggiori informazioni visitare la pagina dedicata.

Reti di impresa per l'artigianato digitale


Intervento finalizzato a sostenere programmi innovativi, localizzati sull'intero territorio nazionale e realizzati da reti di imprese, per la diffusione, la condivisione e lo sviluppo produttivo delle tecnologie di fabbricazione digitale.


I soggetti proponenti sono reti di imprese (Associazioni temporanee di imprese, Raggruppamenti temporanei di imprese, Contratti di rete) ovvero Consorzi che:
• siano costituiti da almeno 15 imprese;
• vedano al loro interno la presenza di imprese artigiane ovvero microimprese in misura almeno pari al 50% dei partecipanti.


I programmi devono essere finalizzati al conseguimento di uno o più dei seguenti obiettivi dello strumento agevolativo:
• creazione di centri di sviluppo di software e hardware a codice sorgente aperto per la crescita e il trasferimento di conoscenze alle scuole, alla cittadinanza, agli artigiani e alle microimprese;
• creazione di centri per l'incubazione di realtà innovative nel mondo dell'artigianato digitale;
• creazione di centri per servizi di fabbricazione digitale rivolti ad artigiani e a microimprese;
• messa a disposizione di tecnologie di fabbricazione digitale;
• creazione di nuove realtà artigianali o reti manifatturiere incentrate sulle tecnologie di fabbricazione digitale.


Devono inoltre prevedere:
• spese ammissibili, al netto dell'IVA, non inferiori a euro 100.000,00 e non superiori a euro 1.400.000,00;
• una durata non inferiore a 24 mesi e non superiore a 36 mesi dalla data di ricezione del decreto di concessione;
• forme di collaborazione con Istituti di ricerca pubblici, Università, Istituzioni scolastiche autonome, Imprese ed Enti autonomi con funzioni di rappresentanza del tessuto produttivo.


Le domande di agevolazione possono essere trasmesse a partire dalle ore 10:00 del 1° luglio 2015 e fino alle ore 12:00 del 25 settembre 2015.


Qui per maggiori informazioni

 

Linea R&S per MPMI 

 

Bando a sportello Linea R&S per MPMI con una dotazione di 30 milioni di euro.

Il bando si rivolge a micro, piccole e medie imprese aventi sede operativa o che avranno sede operativa al momento della stipula del contratto di finanziamento in Lombardia ed operanti nel settore manifatturiero e delle costruzioni di cui alle classificazioni ISTAT ATECO 2007 lettere C e F nonché operanti nel settore dei servizi alle imprese di cui alle classificazioni ISTAT ATECO 2007 codici J62 (Produzione di software, consulenza informatica e attività connesse), J63 (Attività dei servizi d'informazione e altri servizi informatici), M71.11 (Attività degli studi di architettura), M71.12.1 (Attività degli studi di ingegneria), M71.12.2 (Servizi di progettazione di ingegneria integrata), M72 (Ricerca scientifica e sviluppo), M74.10.1 (Attività di design di moda e di design industriale), M74.10.3 (Attività dei disegnatori tecnici), M74.10.9 (Altre attività di design).

Il bando finanzia progetti presentati da singole MPMI che comportino attività di ricerca industriale, sviluppo sperimentale e innovazione (intesa come brevettazione) che devono obbligatoriamente essere finalizzati all'introduzione di innovazione di prodotto e/o di processo coerente ed attinente con l'oggetto sociale e la classificazione di attività produttiva dell'impresa richiedente.


Inoltre, i progetti devono fare riferimento alle seguenti aree di specializzazione individuate dalla Strategia regionale di specializzazione intelligente per la ricerca e l'innovazione (S3):
1. aerospazio
2. agroalimentare
3. eco-industria
4. industrie creative e culturali
5. industria della salute
6. manifatturiero avanzato
7. mobilità sostenibile
ed essere realizzati in Lombardia.

Per maggiori informazioni visitare la pagina dedicata

Bando Voucher per la partecipazione di imprese artigiane ad eventi "Fuori Expo 2015"
 

Nell'ambito dell' Accordo di programma per lo sviluppo e la competitività del sistema economico lombardo viene attivata una nuova misura di intervento "a sportello valutativo" per promuovere e sostenere la partecipazione di imprese artigiane lombarde ad eventi "Fuori Expo 2015".
Sono identificati come eventi "Fuori Expo 2015" quelli organizzati da soggetti pubblici o privati che abbiano ottenuto il riconoscimento o il patrocinio da parte di soggetti come ad esempio: Expo Spa, Ministero dell'Ambiente con delega ad EXPO2015, Regione Lombardia, Comuni e le Camere di Commercio


DOTAZIONE FINANZIARIA
Regione Lombardia rende disponibile una dotazione finanziaria per Euro 300.000,00 trasferita a Unioncamere Lombardia per la realizzazione e gestione del presente Bando.


SOGGETTI BENEFICIARI
Possono partecipare imprese aventi sede legale e/o unità operativa attiva in Lombardia che alla data di presentazione della domanda, sono in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere iscritte e attive nel Registro delle imprese delle Camere di Commercio e annotate come artigiane nella sezione speciale;
  • essere in regola con il pagamento del diritto camerale annuale;
  • non trovarsi in nessuna delle situazioni ostative relative agli aiuti di Stato dichiarati incompatibili dalla Commissione europea;
  • non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione anche volontaria, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi situazione equivalente che integra causa interdittiva secondo la normativa vigente.

Presentazione domande dall'8/06/2015 al 22/06/2015

Risorse disponibili: € 150.000,00

Visitare la pagina dedicata per maggiori informazioni

Bandi 2015 Fondazione Cariplo

 

La Fondazione ha aperto bandi in quattro aree tematiche (ambiente, arte e cultura, ricerca scientifica e servizi alla persona)  riservati agli enti senza fini di lucro, quali enti pubblici e privati, enti ecclesiastici e religiosi, nonché alle imprese sociali e alle cooperative sociali.

Inoltre è stato pubblicato il bando "Welfare di Comunità e Innovazione Sociale", che anche nel 2015 mette a disposizione 10 milioni di euro destinati agli attori pubblici e privati intenzionati a rinnovare il welfare locale intraprendendo un percorso impegnativo e sfidante di programmazione territoriale, aperta e partecipata.

I bandi variano per scadenza e finanziamento

Per leggere i bandi in dettaglio, visitare la pagina dedicata

Incentivi per l'accesso a piattaforme di Open Innovation

 

La misura si propone di mettere in atto specifiche azioni, finalizzate alla creazione di un contesto adatto alla nascita di iniziative avanzate di innovazione.
Tale obiettivo è perseguito sia attraverso una serie di interventi che puntano a rendere il sistema della ricerca orientato all'applicazione dei risultati sia attraverso azioni che mirino a rendere le imprese più aperte alla collaborazione con gli organismi di ricerca e più in generale con il network di operatori del sistema dell'innovazione.

I progetti di supporto all'innovazione d'impresa diretti a promuovere e sostenere l'acquisizione di servizi qualificati per sviluppare la competitività - anche a livello internazionale - attraverso la concessione di agevolazioni per l'accesso a piattaforme di Open Innovation e relativi servizi di brokeraggio.

L'agevolazione è concessa nella forma di contributo diretto con un'intensità fino al 50% delle spese ammissibili e con un massimale di euro 20.000,00.
La dotazione finanziaria è di 500.000 €

Le domande potranno essere presentate dal 29 Gennaio 2015 entro e non oltre il 1 Giugno 2015.

Per maggiori informazioni visitare la pagina dedicata

START UP per EXPO

 

Regione Lombardia e le Camere di Commercio lombarde, con il patrocinio di Padiglione Italia, con questo bando incentivano lo sviluppo di nuove imprese che propongano al mercato idee originali, nuovi prodotti, servizi, modelli organizzativi da presentare tra le eccellenze italiane durante Expo 2015. Particolare attenzione sarà dedicata alle start up guidate da giovani imprenditori (under 35).


Il bando prevede due fasi:

Fase 1 – BUSINESS PLAN: contributi a fondo perduto in servizi di affiancamento, consulenza e/o investimento in capitale umano L'importo per impresa è pari a € 15.000,00


Fase 2 – START UP PER EXPO: selezione delle start up per la partecipazione al programma Spazio Start Up di Padiglione Italia.


Le start up innovative e le MPMI lombarde possono presentare le domande on-line entro il 16 Gennaio 2015.

Visitare la pagina deidicata per maggiori informazioni

Avviso pubblico per la presentazione di progetti di mobilità transnazionale di inoccupati/disoccupati per lo sviluppo di prodotti/servizi innovativi per il settore culturale creativo

 

Obiettivi dell’avviso è quello di favorire l’occupazione e la nascita di nuove imprese nel Settore culturale e creativo in Lombardia, con la realizzazione di progetti di mobilità transnazionale destinati a inoccupati/disoccupati per lo sviluppo di prodotti/servizi innovativi nell’ambito del settore culturale e creativo da realizzare attraverso stage professionali nei paesi dell’Unione Europea

I progetti di mobilità transnazionale sono finalizzati al miglioramento delle competenze professionali di inoccupati/disoccupati attraverso stage professionali nei paesi dell’Unione europea da svolgere presso imprese, incubatori, centri di coworking, fab lab, soggetti che svolgono attività di residenza teatrale e per artisti e altri enti/organismi  riferiti al settore culturale e creativo.

I soggetti che intendono proporre un progetto possono presentare domanda di finanziamento esclusivamente attraverso la casella di posta elettronica certificata cultura@pec.regione.lombardia.it a partire dal 1 ottobre 2014 e non oltre il 28 novembre 2014 ore 12:00.

Per maggiori informazioni visitare la pagina dedicata

Bando Design Competition

 

Il bando intende:

  • Promuovere i giovani designer attraverso la realizzazione della propria idea progettuale grazie alla collaborazione con un impresa e attraverso una prima esperienza lavorativa.
  • Fornire ai designer emergenti un percorso agevolato per acquisire visibilità all'interno del loro settore e ottenere un riconoscimento pubblico, abbattendo quelle barriere che nelle fasi iniziali della carriera di un giovane designer sconosciuto possono ostacolare il successo delle proprie idee, pur se particolarmente brillanti.
  • Rendere più competitive le imprese attraverso l'acquisizione di idee originali di design per innovare i propri prodotti.

L'iniziativa Design Competition prevede due bandi:

  • un bando dedicato ai giovani designer e mirato a selezionare nuove idee progettuali;
  • un bando per la ricerca di imprese interessate a realizzare il prototipo delle idee progettuali dei giovani designer.

I Designer devono rispondere ai seguenti requisiti:

  • Età inferiore ai 35 anni
  • Diplomati o laureati in corsi di laurea o corsi professionalizzanti post-diploma almeno triennali nell'ambito del design
  • Residenti in Lombardia o aver frequentato corsi di durata almeno triennale presso Istituti o Università lombarde
  • Non aver mai "firmato" a proprio nome il design di prodotti commercializzati o in corso di commercializzazione.

Il tema è quello "Dal Tavolo alla Tavola" - ricomprende tutto quanto ruota attorno al cibo e alla sostenibilità, con focus particolare sui supporti, modalità e luoghi di consumo dei cibi, packaging, etc.

La deadline è il 07 Agosto 2014. Per maggiori informazioni visitare la pagina dedicata

Bando reti per EXPO

Bando destinato a micro, piccole e medie imprese, con sede legale e/o sede operativa nella provincia di Milano, che si aggregano in rete.

Finalità del Bando è sostenere sia la creazione sia il consolidamento delle reti d'impresa tra le micro, piccole e medie imprese della provincia; saranno sostenuti i progetti di rete innovativi, in grado di ampliare e migliorare l'offerta di beni e/o servizi capaci di accrescere l'attrattività e la competitività del territorio in vista dell'evento Expo, negli ambiti d'intervento di seguito indicati:

  • PRODOTTI/SERVIZI: Interventi mirati ad ampliare e innovare l'offerta di beni e servizi a disposizione, in occasione dell'EXPO
  • RICETTIVITÀ E SMART CITY: Interventi mirati a migliorare, in vista di EXPO, la ricettività, l'attrattività e la vivibilità del territorio

Il contributo è a fondo perduto, copre il 50% delle spese fino a un massimo di 50.000 Euro per ciascuna rete d'impresa.

Il bando scade il 30 Settembre 2014.

Per maggiori informazioni visitare la pagina dedicata.

Bando per l'innovazione del terziario in vista di EXPO

 

Regione Lombardia e le Camere di Commercio di Brescia, Cremona, Lecco, Milano, Monza e Brianza, Varese (di seguito Camere di Commercio) nell'ambito degli impegni assunti in Accordo di programma per lo sviluppo economico e la competitività del sistema lombardo, intendono sostenere i processi di innovazione delle imprese del terziario per favorire una maggiore efficienza e competitività del sistema economico terziario lombardo in vista di Expo 2015.


Il bando finanzia, tramite l'erogazione di contributi a fondo perduto, lo sviluppo di progettualità innovative che prevedono l'adozione di servizi avanzati e qualificati da parte delle imprese del terziario, anche attraverso la valorizzazione dei prodotti offerti dalle start up, in uno o più dei seguenti ambiti di intervento:

  1. Extended enterprise
  2. Sistemi di pagamento elettronico
  3. Impatto ambientale ed energetico

Le risorse stanziate per il finanziamento della misura ammontano complessivamente a 1.828.450 EUR.

Chi può fare domanda: MPMI e reti di imprese con soggettività giuridica con sede legale e/o operativa nelle province di Brescia, Cremona, Lecco, Milano, Monza e Brianza e Varese che operano nel settore del terziario e svolgono un'attività classificata con codici ATECO 2007 le cui divisioni sono indicate nell'appendice 1 allegata al bando.

Contributo a fondo perduto: l'intervento prevede l'assegnazione di un contributo a fondo perduto pari al 40% dell'investimento ammesso fino ad un massimo di 25.000,00 euro a fronte di un investimento minimo di 20.000,00.

Termini e procedure per la presentazione della domanda: le domande potranno essere presentate: a partire dal 20 maggio 2014, fino al 26 giugno 2014

Per maggiori informazioni visitare la pagina dedicata

Bando LOMBARDIA CON.CRE.T.A. Contributi al credito per il sistema del turismo e dell’accoglienza

 

Regione Lombardia sostiene le imprese lombarde che operano nel settore dell’accoglienza turistica alberghiera ed extra alberghiera, dei pubblici esercizi e del commercio alimentare al dettaglio, per la realizzazione di interventi di riqualificazione delle strutture e per progetti di miglioramento qualitativo dei servizi offerti.

Finalità e beneficiari
Con l’avvicinarsi di Expo 2015, che attirerà a Milano migliaia di visitatori italiani e stranieri, Regione Lombardia intende sostenere le imprese del turismo e del commercio per facilitare l’accesso al credito e abbattere gli interessi praticati dal sistema bancario. Obiettivo è quello di favorire la riqualificazione delle strutture del sistema dell’accoglienza, in una logica di promozione integrata dell’attrattività territoriale.
Il contributo è riservato alle micro, piccole e medie imprese del turismo, del commercio alimentare al dettaglio e dei pubblici esercizi (bar e ristoranti).

Risorse finanziarie
La dotazione finanziaria complessiva del bando è pari a € 10.000.000,00 così ripartiti:
- € 6.000.000,00 per imprese appartenenti al settore del turismo
- € 4.000.000,00 per imprese appartenenti al settore del commercio.

Progetti finanziabili
Sono ammessi alle agevolazioni progetti di investimento che rappresentino un miglioramento delle strutture rispetto allo stato attuale e in linea con i più elevati standard qualitativi del settore di riferimento. I progetti di investimento devono essere realizzati sul territorio della Lombardia.

Per maggiori informazioni consulta al pagina dedicata

Bando voucher internazionalizzazione 2014

Le Camere di commercio lombarde e Regione Lombardia concedono contributi a fondo perduto - attraverso l'assegnazione di voucher alle Pmi - per partecipare a fiere internazionali e missioni economiche all'estero e per acquistare servizi di consulenza e assistenza per l'internazionalizzazione.

Possono fare richiesta micro, piccole e medie imprese con sede legale o almeno una sede operativa attiva in Lombardia, iscritte al Registro Imprese di una Camera di Commercio lombarda.

Il bando è articolato su tre misure:

Misura A – Servizi di consulenza e supporto per l'internazionalizzazione (Voucher A)
Misura B – Partecipazione a missioni economiche all'estero in forma coordinata (Voucher B)
Misura C – Partecipazione a fiere internazionali all'estero (Voucher C1 e C2).

Le domande possono essere presentate entro il 30 Gennaio 2015

Per maggiori informazioni visitare la pagine dedicata.

Fondo di rotazione per soggetti che operano in campo culturale

 

ll Fondo è un’agevolazione finanziaria costituita da una parte di finanziamento a rimborso (75%) e da una parte di contributo a fondo perduto (25%)

Finalità del Fondo di Rotazione
Promuovere la valorizzazione dei beni culturali immobili, l’incremento della loro fruizione pubblica con tipologie diversificate di utilizzo culturale e la conoscenza diffusa del patrimonio storico e artistico della Lombardia;
Sostenere interventi per la valorizzazione, conservazione di beni culturali mobili, come definiti dagli art. 10-11 del d.lgs. 42/2004 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio).
Sostenere la valorizzazione, la salvaguardia e il recupero della funzionalità dei beni culturali immobili, ricadenti nei territori comunali colpiti dal sisma del maggio 2012 e danneggiati dall’evento tellurico.

Dotazione finanziaria del Fondo di Rotazione Cultura 2013
Beni immobili: € 3.000.000,00
Beni mobili: € 1.000.000,00

Possono richiedere il finanziamento:
enti pubblici, enti ecclesiastici, enti privati, persone fisiche, persone giuridiche legalmente costituite e registrate, che siano proprietari o che abbiano la comprovata, duratura e documentata disponibilità di beni culturali rientranti nelle categorie ammesse, fruibili pubblicamente e con finalità culturali.

Scadenza: la richiesta di finanziamento dovrà pervenire entro venerdì 14 Febbraio 2014.

Per maggiori informazioni visitare la pagina dedicata.

Bando imprese culturali e creative

Avviso pubblico per la mobilità transnazionale a favore di ICC. Micro e piccole imprese, associazioni e fondazioni operanti nel settore culturale e creativo, incubatori, centri di coworking e gestori di residenze per artisti potranno presentare progetti di stage all'estero destinati ad imprenditori, lavoratori o professionisti del settore

Obiettivi dell'avviso
Promuovere attraverso esperienze professionali in altri paesi europei lo sviluppo di competenze tecnico-professionali e manageriali di imprenditori, lavoratori e professionisti finalizzate a conseguire lo sviluppo di innovazioni di processo, di prodotto o di servizi e l'internazionalizzazione a vantaggio del settore culturale e creativo.

I progetti sono rivolti allo svolgimento di stage professionalizzanti in un altro paese della UE.
Per ogni progetto di mobilità dovranno essere previsti minimo 3 e massimo 15 partecipanti.
L'importo massimo finanziabile per ciascun progetto è pari a 150.000,00 euro.
Il periodo di tirocinio può variare da un minimo di 1 mese a un massimo di 3 mesi.
A conclusione dello stage ciascun partecipante dovrà presentare un "prototipo" (o demo, pre-serie…) accompagnato da una proposta di fattibilità operativa, comprensiva del piano economico-finanziario.
Nel caso di progetti comuni, il prototipo da presentare dovrà essere unico.

La scadenza dell'avviso è il 09 Gennaio 2014.

Per maggiori informazioni visitare la pagina dedicata