Gli studi e le ricerche dell'Area Combustibili riguardano i seguenti temi:

PRESTAZIONI ENERGETICHE, AMBIENTALI E DI SICUREZZA
Legati a combustibili fossili, rinnovabili e biocombustibili


Il trasferimento dei risultatati avviene mediante pubblicazioni su riviste scientifiche o con la pubblicazione di rapporti, relazioni e monografie.

Alcuni studi sono disponibili on line (documentazione OnLine)

 

Ricerca ISTITUZIONALE

L'Area finanzia e sviluppa autonomamente progetti di ricerca con l'obiettivo di incrementare il patrimonio di conoscenze-esperienze a favore dei settori di riferimento e del mercato per:

  • rispondere alle richieste di consulenza sia a favore dell'industria dei combustibili e delle imprese, sia delle amministrazioni e enti pubblici
  • proporre un'offerta qualificata in tutte le aree e settori di attività dell'Area Combustibili
  • aggiornare costantemente la base di competenze indispensabili per proporsi ed accedere ai finanziamenti di ricerca pubblici e privati.

 

Ricerca FINANZIATA

Realizzata:

  • su richiesta e con finanziamenti di imprese/enti/privati;
  • attraverso la partecipazione a progetti di ricerca finanziati a livello nazionale e europeo.

Progetti di ricerca:

EN PME TEST

Common European method for the determination of particulate matter emissions of solid fuel burning appliances and boilers (EN-PME-TEST)

Obiettivo del progetto è che i laboratori e i centri di ricerca che fanno parte del consorzio, mettano in comune le proprie esperienze, le proprie competenze ed i risultati degli studi e delle sperimentazioni condotti e finanziati a livello nazionale, per sviluppare un quadro di conoscenze comuni utili alla definizione di un metodo europeo per la determinazione del particolato emesso da apparecchi per il riscaldamento domestico alimentati a biomasse legnose.

Verranno sviluppate e comparate diverse tecniche, metodiche e strumentazioni, per verificarne l'utilità e l'efficacia nel raggiungimento degli obiettivi e delle finalità poste a livello nazionale ed europeo, per la definizione e la determinazione dei parametri emissivi più significativi e rappresentativi.

Programma: ERANET

Partners: INERIS (FR); Technical Research Institute of Sweden(SE); CATSE, Centre of Appropriate Technology (CH); UEF, University of Eastern Finland (FI); DTI, Danish Technology Institute (DK); BE2020, BIOENERGY 2020 (AT); IAST, University of Applied Sciences (CH); ITFE, University of Applied Sciences (CH); DBFZ, German Biomass Research Centre (DE); TFZ, Technology and Support Centre of Renewable Raw Materials, (DE); CTIF, Centre Technique des Industries de la Fonderie (FR); CSTB, Scientific and Technical Centre for Building (FR); LERMAB, University of Nancy (FR); VTT Technical Research Centre of Finland (FI); Symo (FI); SINTEF Energy Research (NO); VSB-Technical University of Ostrava (CZ)

Durata: Gennaio 2012 – Dicembre 2015

Divisione coinvolta: Combustibili

Project Manager: Gabriele Migliavacca – gabriele.migliavacca@mi.camcom.it

SMELLER

 

Validazione di dispositivi sensoristici per il monitoraggio delle emissioni in tempo reale degli autoveicoli in circolazione                

Programma: Regione Lombardia

Durata: Aprile 2011 – Ottobre 2013

Divisione coinvolta: Combustibili

Project manager: Simone Casadei – simone.casadei@mi.camcom.it

ENSPIRIT (Elimination of NOx, Sox and particulates in rail transportation)

 

Innovhub SSI partecipa al progetto come RTD performer in veste di validatore di una nuova tecnica di trattamento catalitico degli ossidi di azoto per l'abbattimento delle emissioni in riferimento alla normativa EPA Tier 4 sulle non-road emissions in vigore dal 2015. I dispositivi realizzati verranno testati presso il LEA previa loro applicazione su autovetture diesel

Programma: 7°PQ

Durata: Da Novembre 2013 a Ottobre 2015

Divisione coinvolta: Combustibili

Sito: www.enspirit.eu

Project Manager: Simone Casadei, simone.casadei@mi.camcom.it
   

SULFREE

Tyre recycling Pyrolysis for producing oil with less than 0.2% sulphur content, low cost sulphur impregnated carbon for reducing mercury air emissions, with simultaneous elemental

Il Progetto mira allo sviluppo di un prototipo di impianto di pirolisi che, a partire da pneumatici di scarto, attualmente smaltiti come rifiuti, generi prodotti ad elevato valore aggiunto. Principalmente carboni attivi ad alta efficienza per la depurazione da metalli pesanti, ma anche olio combustibile e zolfo. La Divisione Combustibili è principalmente coinvolta nello sviluppo dell'unità di desolforazione, che permetterà la separazione dello zolfo.

Programma: 7°PQ

Durata: Settembre 2013 – Febbraio 2016

Divisione : Combustibili

Project Manager: Gabriele Migliavacca, gabriele.migliavacca@mi.camcom.it